Secondo le ultime indagini Eurostat, tra il 2008 e il 2014 il Pil pro capite regionale è sceso dell’8,37%, cioè da 26.300 euro a 24.100. Nello stesso periodo in Italia è sceso a -4% cioè a 27.600 a 26.500 euro, mentre in Europa il Pil saliva arrivando a +5,7%, passando cioè da 26.000 a 27.500 euro.

In termini percentuali, nessuna regione è scesa così tanto; a livello assoluto infatti il Pil umbro pro capite è lontanissimo dai 37.500 euro dei residenti in provincia di Bolzano e si lascia alle spalle solo le otto regione del Meridione.

acciaieria

In poche parole in sei anni ogni umbro ha perso mediamente 2.200 euro, il doppio esatto della media italiana, mentre in Europa c’è stata una crescita media di 1.500 euro. E’ l’Umbria, dunque, la regione che si è impoverita più di ogni altra in Italia. A certificarlo sono gli ultimi dati resi pubblici dall’Eurostat.

Ecco di seguito i dati per intero:

Media europea +5,7% 26.000-27.500 (+1.500)

Media italiana -4% 27.600-26.500 (-1.100)

1) Prov. Bolzano +6,4% 37.500-39.900 (+2.400)

2) Valle d’Aosta +3,4% 35.500-36.700 (+1.200)

3) Puglia +0,6% 17.300-17.400 (+100)

4) Prov. Trento -0,29% 34.000-33.900 (-100)

5) Toscana -0,35% 28.900-28.800 (-100)

6) Abruzzo -0,85% 23.400-23.200 (-100)

7) Veneto -2% 30.500-20.900 (-600)

8) Sardegna -3% 20.600-20.000 (-600)

9) Emilia Romagna -3% 33.400-32.400 (-1.000)

10) Molise -3,3% 21.300-20.600 (-700)

11) Basilicata -3,5% 19.800-19.100 (-700)

12) Lombardia -3,6% 36.200-34.900 (-1.300)

13) Marche -4,5% 26.700-25.500 (-1.200)

14) Calabria -5,3% 17.100-16.200 (-900)

15) Friuli Venezia Giulia -5,4% 29.500-27.900 (-1.600)

16) Sicilia -5,5% 18.100-17.100 (-1.000)

17) Piemonte -6% 29.500-27.700 (-1.800)

18) Liguria -7% 31.000-28.800 (-2.200)

19) Lazio -7,33% 34.100-31.600 (-2.500)

20) Campania -7,7% 18.200-16.800 (-1.400)

21) Umbria -8,37% 26.300-24.100 (-2.200)

CONDIVIDI
, , , ,
ALTRE NOTIZIE
Latest Posts from