Nella giornata di ieri, mercoledì 9 marzo, è stata presentata nella Sala Giunta del CONI la prima Ciclo Via di Pellegrinaggio in Italia, che vede unire Loreto e Roma, passando per Assisi.

E’ infatti un itinerario che va a congiungere i centri spirituali  più importanti d’Italia: Loreto, città Santuario che custodisce la Santa Casa della famiglia di Nazareth;  Assisi, città di Francesco e Chiara, simbolo di pace, fratellanza tra i popoli e custodia del Creato, ed infine Roma.

Il cammino partirà il 14 giugno da Loreto e sarà inaugurato con un Ciclopellegrinaggio, che si concluderà poi a Roma il 18 giugno, con un’udienza generale aperta a tutti, in piazza San Pietro.

La manifestazione è organizzata dalla Federazione Ciclistica Italiana, tramite l’Associazione Organizzatori Corse Ciclistiche, in collaborazione con l’Opera Romana Pellegrinaggi, pensata in occasione dell’Anno Santo della Misericordia.

Renato Di Rocco, presidente della federazione ciclistica afferma: “E’ una iniziativa che nasce spontaneamente, e siamo veramente soddisfatti di quello che stiamo facendo. Si sta facendo largo nella nostra cultura un nuovo modo di declinare la bicicletta, come mezzo per coltivare la dimensione spirituale. Vorrei ricordare, per esempio, che su circa 200.000 pellegrini che ogni anno raggiungono Santiago di Compostela è stato calcolato che circa 30.000 (il 15%) lo fanno in bicicletta, che rappresenta di gran lunga il mezzo più utilizzato.  Sono certo che sarà un evento in grado di coinvolgere numerosi appassionati e di esaltare i valori positivi associati all’uso della bicicletta, valori quali rispetto dell’ambiente e del prossimo che sono anche gli stessi del nostro sport nella forma più genuina”.

Alle sue parole si aggiungono quelle del Monsignor Liberio Andreatta, vice presidente dell’Opera Romana Pellegrinaggi, che spiega come sia giusto adeguare le proposte di pellegrinaggio all’uomo di oggi, richiamando però antichi ed immutati valori spirituali: “Il pellegrinaggio è una metafora della vita, un cammino fatto di mete, soste e ostacoli che non finisce mai, perché di solito le mete sono solo ripartenze. E’ come un viaggio, guidato da un desiderio di ricerca, di conoscenza, di incontro con se stessi e con la storia, l’arte e la natura. Il pellegrino ciclista – ha aggiunto Monsignor Andreatta –  affronta la fatica non come un impedimento, ma come parte essenziale dell’esperienza della sua vita. Questo sarà un cammino francescano che incontra la natura, l’uomo e i suoi valori”.

Assisi-620x250

Saranno ben 328 i chilometri che i pellegrini percorreranno, snodati in 4 tappe, per permettere ai partecipanti di soffermarsi in località come Tolentino, Orte ed Amelia, oltre che ovviamente Assisi e Roma, avendo così la possibilità di avere un contatto diretto con la popolazione e la comunità dei vari luoghi, spiega Franco Costantino, Presidente degli organizzatori delle corse ciclistiche.

Per il Presidente CONI Giovanni Malagò poi, quest0iniziativa è una di quelle che rientrano “nelle mission del CONI e dello sport italiano, perché riesce a coniugare valori come agonismo, spiritualità, turismo e sport. Quella di attraversare il Paese con dei luoghi simbolo di grande valore spirituale con un mezzo come la bicicletta – che per antonomasia è il mezzo che da sempre accompagna l’uomo nello sviluppo dell’umanità – è un’idea geniale”.

Si partirà quindi come detto dalla città di Loreto martedì 14 giungo, con arrivo a Tolentino.

Il giorno successivo si arriverà ad Assisi, città che verrà attraversata per tutta la giornata di mercoledì 15 e dove si unirà il gruppo di pellegrini.

Giovedì 16 giugno, passando per Massa Martana si arriverà ad Amelia. Da lì, il giorno successivo, venerdì 17, si partirà e si arriverà a Roma nel pomeriggio, con raduno al Foro Italico previsto intorno alle 18:00, dove sarà attuata l’accoglienza per i ciclisti con iscrizione, consegna delle medaglie, testimonium e gadget.

Il 18 giugno, sabato, ultimo giorno, si partirà dal Foro Italico alle 7:15 in bicicletta, per poter raggiungere Piazza San Pietro dove si potrà partecipare all’udienza generale speciale prevista per le 9:00.

L’accredito sarà obbligatorio per accedere a piazza San Pietro.

CONDIVIDI
, , , , , , , ,
ALTRE NOTIZIE
Latest Posts from