Ha richiesto ben 13 anni la giustizia italiana per far valere l’innocenza del signor Ottavio Consorti, 82enne ternano, che si era visto accusato prima di minaccia con fucile e poi di violenza nei confronti della sua badante rumena, che accudiva in quel tempo lui e sua madre.

Tribunale

Era finito in carcere più di dieci anni fa a causa della denuncia da parte della donna.

Il Tribunale di Terni lo assolse in primo grado e finalmente nella giornata di ieri lunedì 1 marzo è arrivata anche quella della Corte di appello di Perugia, che ha così messo fine all’angoscia dell’uomo durata 13 anni.

L’accusa aveva chiesto inizialmente sei anni di reclusione ma il legale difensore dell’anziano, Stefano Colalelli, è riuscito a far cadere tale accusa, dimostrando l’inesistenza del fatto.

CONDIVIDI
, , , , ,
ALTRE NOTIZIE
Latest Posts from