Forse una delle rapine con il bottino più esiguo della storia, quella che è avvenuta alla fine della giornata di martedì presso la farmacia ternana Betti, situata in via Cesare Battisti.

Due uomini, all’ora di chiusura, tentano il colpo a viso coperto e armati di pistola (non è chiaro ancora se fossero vere o giocattolo), non facendo però i conti con i sistemi di sicurezza di cui dispongono le casse della farmacia.

Un particolare sistema infatti che prevede la messa in sicurezza dei contanti all’interno di specifici spazi blindati fa sì che questi non rimangano in cassa per l’intera giornata ma che, di volta in volta, vengano spostati appunto nelle zone blindate.

farmacia

I due uomini hanno inizialmente minacciato ed intimato i dipendenti della farmacia al fine di consegnare loro l’incasso della giornata; quando però hanno capito che non c’era molto da ottenere sono scappati con i 34 euro che erano rimasti nel fondo cassa.

Ad una prima ricostruzione sembra che i due uomini fossero di origine italiana.

polizia-luzi-terni
Il comandante della squadra mobile Alfredo Luzi

Nel frattempo gli agenti della squadra mobile di Terni, diretta dal comandante Alfredo Luzi, stanno proseguendo le indagini ed analizzando le testimonianze dei presenti e delle immagini. La caccia all’uomo rimane aperta.

 

CONDIVIDI
, , , , , ,
ALTRE NOTIZIE
Latest Posts from