SCONTRO FRONTALE SUL RACCORDO MUORE SUL COLPO STEFANO GALLETTI DI 28 ANNI: Morto anche il conducente dell’altra auto un turista americano.

Stefano Galletti era alla guida della sua auto una New Beetle Volkswagen, era partito da Strettura dove abitava ed era diretto allo stadio per assistere alla partita della Ternana. Precedeva di pochi metri l’auto di suo padre noto ristoratore di Strettura, quando all’improvviso, secondo una testimone, un’auto, una 500X  condotta da un turista americano di 60 anni ha invaso la corsia di marcia in direzione di Spoleto, dopo aver superato un auto che procedeva nella stessa direzione, in un punto dove i sorpassi sono vietati e rimanendo sulla corsia opposta senza rientrare.

L’impatto è stato inevitabile, Stefano Galletti non ha potuto far nulla per evitare lo scotro frontale, che è stato tremendo, le macchine sono letteralmente espolse, con pezzi di motore e carrozzeria che sono finiti sui tetti delle case, sottostanti il viadotto di Toano.

Per entrambi non c’è stato nulla da fare, sono morti sul colpo, ed ai soccorritori è apparsa una scena drammatica, con il padre di Stefano Galletti che ha praticamente visto morire il proprio figlio.

E’ quello un tratto della statale dotato di tre corsie, due verso Orte e una verso Spoleto  non separate dalla protezione del newjersey.

Anche i rilievi compiuti dagli uomini della Polstrada confermano che  lo statunitense avrebbe tentato un sorpasso azzardato immettendosi nella corsia riservata al sorpasso dei mezzi che viaggiano nella direzione opposta, cioè la Sud. Durante la manovra l’uomo ha centrato in pieno l’ auto del ventottenne ternano che marciava verso Orte, con un impatto  violentissimo, come confermano le condizioni delle due auto completamente distrutte e la pressoché totale assenza di segni di frenata sull’asfalto.

Entrambi sono deceduti sul colpo ed è stato necessario un delicatissimo intervento dei pompieri per liberarli dall’abitacolo invaso dalle lamiere. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri e i sanitari del 118.

GALLETTI STEFANO
Un immagine di Stefano Galletti presa dal suo profilo facebook

Stefano Galletti  si stava recando allo stadio Liberati per assistere a Ternana-Cagliari. I tifosi della Curva Nord, ambiente in cui il ventinovenne era molto conosciuto, appresa la tragica notizia hanno interrotto i cori a sostegno dei rossoverdi e ritirato tutti gli striscioni, molti di loro sono usciti dallo stadio per recarsi sul luogo dell’incidente.

Il giovane seppur residente nello Spoletino era molto noto a Terni anche in virtù della militanza in squadre di calcio dilettantistiche e perché i genitori sono titolari di un noto ristorante di Strettura.

Allo stadio Liberati durante il secondo tempo è Apparso un solo striscione bianco con scritto “CIAO TETO” realizzato all’istante dai suoi amici che chiamavano cosi Stefano,

Un lungo applauso di tutti i  tifosi presenti al Liberati che si sono alzati in piedi ha voluto ricordare la scomparsa di questo giovane, sfortunato ragazzo ternano.

Ci uniamo al dolore dei suoi famigliari e dei suoi amici.

Ciao Stefano.

COMMENTI